Notizie

04/01/2017

COMUNE DI BOLOGNA: Presentazione interventi strutturali

Procedure per la presentazione dei progetti strutturali - DGR 2272/2016

Adempimenti e procedure per la presentazione dei progetti strutturali
AUTORIZZAZIONE SISMICA E DEPOSITO DEL PROGETTO ESECUTIVO DELLE STRUTTURE

Sono sempre soggetti a preventiva autorizzazione sismica, anche se Bologna ricade fra i Comuni a bassa sismicità ( art. 11 comma 2 e art. 12 comma 6) :
a. le sopraelevazioni,
b. gli interventi su edifici di interesse strategico e infrastrutture rilevanti per la protezione civile (vedasi elenco Allegato A – DGR 1661/2009),
c. gli interventi su edifici e infrastrutture rilevanti in caso di collasso (vedasi elenco Allegato B – DGR 1661/2009),
d. i progetti presentati a seguito di accertamento di violazione delle norme antisismiche.


Si evidenzia che il Comitato Tecnico Scientifico della Regione ha espresso un formale parere in merito alla non obbligatorietà di procedere con istanza di autorizzazione sismica, per la sola presenza di un vincolo storico della Soprintendenza (ex 1089/1939, Beni Culturali):
"Il CTS ritiene che il vincolo di tutela di cui agli artt. 10 e 12 del Dlgs 42/2004 non sia, di per sé condizione sufficiente per attribuire ad un bene carattere di rilevanza in relazione alle conseguenze di un eventuale collasso e, quindi, per la obbligatorietà dell'autorizzazione sismica preventiva, anche in zone a bassa sismicità"

L’istanza volta ad ottenere l'autorizzazione sismica è presentata allo Sportello Edilizia ed Urbanistica del Comune di Bologna , tramite l'applicativoWEB ScrivaniadelProfessionista
L'autorizzazione sismica è rilasciata entro 60 giorni dalla data di richiesta (articolo 12 comma 6), al di fuori dei casi citati si effettua il deposito del progetto esecutivo strutturale secondo la normativa previgente.
Per entrambi i tipi di procedure sarà necessario presentare gli elaborati in conformità alla DGR 1373/2011.

DGR 1373_2011.pdfDGR 1373_2011.pdf
DGR 1373/2011



CORRELAZIONE FRA TITOLI EDILIZI E PROCEDURE IN MATERIA SISMICA - MODALITA' OPERATIVE:

Interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici (IPRIPI)

Per questo tipo di opere, così come tassativamente elencate nella DGR 2272/2016, non risulta necessario presentare l'autorizzazione/deposito del progetto esecutivo delle strutture ma si deve allegare al titolo edilizio la documentazione descritta nella citata delibera di giunta della Regione Emilia Romagna.

DGR_2272_2016_Atto_di_indirizzo.pdfDGR_2272_2016_Atto_di_indirizzo.pdf
DGR 2272/2016



SCIA/PdC CON OBBLIGO DI ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE SISMICA/DEPOSITO DEL PROGETTO DELLE STRUTTURE:
l'istanza volta ad ottenere l'autorizzazione sismica, oppure la denuncia di deposito, può essere presentata contestualmente oppure non contestualmente alla SCIA/PdC;

  • nel caso di deposito contestuale, occorre presentare il progetto esecutivo delle strutture in relazione alle opere strutturali previste dal titolo;
  • nel caso di deposito non contestuale, occorre allegare al titolo edilizio la documentazione descritta nell'allegato A della DGR 1373/2011.


Si rammenta che, ai sensi dell'art. 10, comma 1 L.R. 19/2008, tutti i lavori previsti dal titolo abilitativo edilizio NON possono essere iniziati fino a quando non sia stata rilasciata l'autorizzazione sismica o presentato il deposito del progetto delle strutture.



Ulteriori utili indicazioni per il raccordo tra procedure edilizie e strutturali possono essere trovate anche nel seguente vademecum predisposto dalla Regione:

Vademecum RER.pdfVademecum RER.pdf
Vademecum RER



TITOLI A SANATORIA

Ai sensi dell'articolo 22 L.R. 19/2008 la richiesta o la presentazione del titolo a sanatoria è subordinata alternativamente all'asseverazione del professionista abilitato che le opere realizzate non comportano modifiche alle parti strutturali dell'edificio o agli effetti dell'azione sismica sulle stesse ovvero all'asseverazione del professionista che le medesime opere rispettano la normativa tecnica per le costruzioni vigente al momento della loro realizzazione.
Fuori dai casi suddetti, il titolo in sanatoria è subordinato alla realizzazione dei lavori necessari per rendere le opere conformi alla normativa tecnica per le costruzioni vigente al momento della richiesta o della presentazione della sanatoria. A tal fine l'interessato presenta istanza di autorizzazione sismica ai sensi della citata legge.
Si evidenzia che nel caso di accertamento di violazione delle normative sismiche, la presentazione del titolo in sanatoria è subordinato al rilascio dell'autorizzazione sismica presentata ai sensi dell'art. 11 comma 2 lettera b) della LR 19/2008.



IMPORTI DOVUTI IN FASE DI PRESENTAZIONE DEI PROGETTI:
La presentazione dell'istanza di autorizzazione sismica o del deposito del progetto delle strutture deve essere obbligatoriamente accompagnata dall'attestazione dell'avvenuto pagamento degli importi relativi al rimborso forfettario delle spese istruttorie, nonché dall'attestazione del versamento relativo ai diritti di segreteria di competenza dell'Amministrazione Comunale. Gli importi del rimborso forfettario sono normati nella DGR 2271/2016.

dgr_2271_2016.pdfdgr_2271_2016.pdf
DGR 2271/2016